Ti interessa?

Entra in contatto con noi

Inform Me

Invia la tua richiesta di informazioni

Call me back

Richiedi un contatto telefonico

Update me

Iscriviti alla newsletter per aggiornamenti

DARE

Digital environment for collaborative Alliances to Regenerate urban Ecosystems in middle-sized cities
DARE
PROGETTO

Il progetto DARE del Comune di Ravenna è il vincitore del 4° bando europeo Urban Innovative Actions - UIA, conosciuta anche come “laboratorio urbano” (2014 – 2020) che punta a sviluppare e sostenere i progetti d'innovazione di frontiera delle città europee. Sono stati 20 i progetti selezionati (con 176 le candidature totali, di cui 49 italiane).
Il progetto presentato da Ravenna è risultato uno dei 6 vincitori italiani di questa edizione, con il finanziamento più importante – 5 milioni di euro.

OBIETTIVI

Obiettivo del progetto è creare e testare un processo in grado di coniugare transizione digitale e rigenerazione urbana della Darsena di città, promuovendo la cultura digitale tra i cittadini e la pubblica amministrazione in un rapporto reciproco, centrato sulla persona.
 
Un piano di riqualificazione in grado di unire i temi dell'innovazione e dell'efficienza con quelli della sostenibilità e che punta alla creazione di un ambiente digitale in grado di sviluppare alleanze collaborative tra ecosistemi urbani. Il tutto sulla base di un percorso che punta allo sviluppo di una Smart City Platform.
DARE
ATTIVITÀ

I partner del progetto collaboreranno alla realizzazione della prima infrastruttura digitale della città di Ravenna nell'area portuale-industriale, dove attualmente vivono circa 20mila persone e dove sono in corso profondi processi di dismissione di infrastrutture.
Il digitale sarà alla base di una serie di trasformazioni fisiche e infrastrutturali che potranno, grazie ai dati, sviluppare nuove forme di gestione, di controllo e di conoscenza del territorio.
DARE prevede infatti la realizzazione di interventi di rigenerazione ambientale, abitativa e turistica sulla base di quattro grandi indirizzi:
  • Lo sviluppo e la diffusione di una rete di sensori Internet of Things sul territorio finalizzata a “connettere” l'ambiente e le infrastrutture;
  • La ideazione e la creazione di un ambiente digitale finalizzato alla gestione dei dati provenienti da questa rete e ad “ascoltare” l'ambiente, il territorio e le infrastrutture;
  • Un piano di innovazione nel ruolo della PA, a cui è affidato il compito di mettere a sistema e di trovare una sintesi tra politiche pubbliche, opportunità di impresa e bisogni dei cittadini;
  • La diffusione e la formazione di una cultura digitale presso cittadini, forze sociali e imprenditoriali per lo sfruttamento di dati e conoscenza in favore di progetti e dello sviluppo di turismo, lavoro, salute, sicurezza e qualità della vita del territorio.
Focus strategico del progetto è mettere al centro i cittadini facendo crescere la loro cultura digitale per poter beneficiare in maniera critica e attiva delle chance che la società digitale offre.
 
A tal proposito, si realizzerà un'infrastruttura digitale che permetta di raccogliere, gestire e creare dati relativi alla Darsena come, tra gli altri, il traffico veicolare, i dati economici sulle attività presenti, i dati ambientali e quelli relativi alla popolazione.
L'approccio sarà di tipo collaborativo: i cittadini saranno coinvolti tramite vari strumenti (portale, app, totem informativi ed eventi) per una narrazione collettiva del territorio e del percorso di rigenerazione.
 
Il processo di digitalizzazione del territorio ha come obiettivo anche quello di raccontare la zona e la sua evoluzione attraverso l'istituzione di Dalia, archivio storico digitale della Darsena, favorendo così il processo di rigenerazione urbana, ovvero un percorso integrato per la ripartenza e il miglioramento sociale, ambientale ed economico dell'area.
 
DARE
RUOLO DI CERTIMAC NEL PROGETTO

CertiMaC è orgoglioso di far parte del partenariato di progetto che include enti pubblici e privati, di varie dimensioni, rappresentativi della realtà ravennate ma anche eccellenze nazionali ed europee: Cineca, Enea – Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, Chia Lab srl, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, European Crowdfunding Network AISBL, Studiomapp, CIFLA - Fondazione Flaminia Innovation Center, BiPart Impresa sociale, CNA e Legacoop Romagna.
 
In qualità di partner di progetto, CertiMaC avrà con un ruolo attivo legato alla connessione tra rigenerazione urbana, nuove tecnologie digitali e real estate in una prospettiva di sostenibilità energetica, ambientale e benessere delle persone.
 
DARE IN UNO SGUARDO

Lead Partner
Comune di Ravenna
 
Consorzio
11 partner italiani ed europei

Finanziamento
Il progetto è stato ammesso al finanziamento per un contributo di Euro € 4.998.004 per un costo totale di progetto di € 6.247.505,00
 
Comunicato Stampa
Persona di riferimento
Ing. Luca Laghi | l.laghi@certimac.it