Ti interessa?

Entra in contatto con noi

Inform Me

Invia la tua richiesta di informazioni

Call me back

Richiedi un contatto telefonico

Update me

Iscriviti alla newsletter per aggiornamenti

MIMESIS

 Materiali Smart Sensorizzati e Sostenibili per il Costruito Storico
MIMESIS
IL PROGETTO
Il patrimonio edilizio italiano esistente fino al ‘900 è costituito essenzialmente da edifici in muratura che impiegano prevalentemente materiali tradizionali. Efficienza, Prestazioni e Durabilità di questi materiali e dell'intero patrimonio edilizio dipendono dalla capacità di effettuare interventi mirati a rallentare il degrado e l'invecchiamento naturale, intrinseco in ogni materiale.
 
In questo contesto si inserisce il Progetto ”MIMESIS - Materiali Smart Sensorizzati e Sostenibili per il Costruito Storico”, cofinanziato nell'ambito del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (POR-FESR) 2018-2020 della Regione Emilia-Romagna, della durata di 24 mesi. 
MIMESIS OBIETTIVI
Il progetto MIMESIS mira a migliorare le prestazioni del patrimonio edilizio esistente attraverso l'utilizzo di tecnologie smart ecosostenibili, che prevedono l'integrazione fra materiali tradizionali e sensori.
 In particolare, il progetto ha come obiettivi specifici: 
  • lo sviluppo di materiali «sensor-based» in grado di monitorare, in maniera continua, specifici parametri predittivi del degrado in atto nelle murature; 
  • la ridefinizione dei prodotti comunemente utilizzati in edilizia al fine di predisporli all'integrazione di specifici sensori;
  • la validazione sperimentale sia in laboratorio che in situ della funzionalità, efficacia e durabilità di questi sistemi smart.
I risultati attesi che si cercherà di raggiungere nel corso dei 2 anni del progetto sono: 
  • Sviluppo di soluzioni sensoristiche e della relativa catena di misura, una per tipologia di materiale testato (intonaci, malte, laterizi, adesivi, rinforzi)
  • Realizzazione di prototipi di muratura sensorizzati
  • Messa a punto di un protocollo di validazione sperimentale per i sistemi SMART
  • Realizzazione di linee guida sulla posa e manutenzione delle soluzioni sensoristiche
  • Predisposizione di un laboratorio dimostrativo (sia virtuale che reale) quale strumento di accelerazione al trasferimento tecnologico delle soluzioni sviluppate.
MIMESIS RUOLO DI CERTIMAC
CertiMaC è capofila del progetto e si occuperà di tutte le attività di coordinamento e di diffusione. Insieme con CNR, CIRI-EC, Centro Ceramico, Sister ed in collaborazione con alcune imprese del territorio, seguirà tutte le fasi del progetto al fine di sviluppare e validare prototipi di tecnologie smart, che prevedono l'integrazione fra materiali tradizionali e sensori, capaci di identificare i fenomeni di degrado in atto nelle murature, e permettere così agli occupanti di intervenire tempestivamente, evitando danni maggiori e migliorando il benessere indoor e l'efficienza energetica. 
 
CertiMaC si occuperà nello specifico dei test di durabilità e dell'attività di validazione dei sistemi sensorizzati (sia in laboratorio che in situ) sviluppando e implementando un protocollo di prova specifico per questa nuova tipologia di materiali.
PARTNER DELLA RICERCA
L'Associazione Temporanea di Scopo (ATS), è coordinata da CertiMaC e comprende 
Centro Ceramico, CNR-ISTEC, CIRI EC (Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale dell'Università di Bologna) e SIS.TER.

PARTNER INDUSTRIALI
MIMESIS prevede la collaborazione di importanti aziende del settore, pur non direttamente finanziate, per il trasferimento tecnologico delle fasi sperimentali alla scala industriale: Litokol, La Banca della Calce, Sgubbi italiana spa, Leonardo, Keracoll, Tenenga, Sestosensor e Gattelli.

Il Progetto è stato ammesso a finanziamento per un contributo massimo di euro 798.359,72 su un investimento riconosciuto di euro 1.180.929,95.
 
Persona di contatto:
Ing. Luca Laghi    l.laghi@certimac.i