Ti interessa?

Entra in contatto con noi

Inform Me

Invia la tua richiesta di informazioni

Call me back

Richiedi un contatto telefonico

Update me

Iscriviti alla newsletter per aggiornamenti

'Sostenibilità ed economia circolare' sul palco di Science on Stage


Partecipa alla tavola rotonda online il 16 aprile
La natura non conosce il concetto di “rifiuto”: ogni cosa si riutilizza e lo scarto di un processo diventa immediatamente materia prima di un altro, in un modello circolare che non ha bisogno di essere pilotato. Ad avere bisogno di una guida è invece l'attuale sistema produttivo, che deve tornare in sintonia con la natura più velocemente di quanto non stia già facendo.
  
Ma è davvero possibile questo cambiamento di passo? A quale prezzo e con quali tempi si può azzerare, o ridurre drasticamente, la produzione di scarti non più riutilizzabili? Quali tecnologie abbiamo a disposizione, e quali sarebbero necessarie?
  
Sono queste le domande al centro della tavola rotonda “Sostenibilità ed Economia Circolare“, organizzata per venerdì 16 aprile dalle ore 17.00. Attraverso esempi concreti di studi già in corso e tecnologie in via di sperimentazione, l'incontro tenterà a fornire alcune delle risposte che oggi imprese e centri di ricerca stanno dando.

L'appuntamento è organizzato da Science on Stage Italia e Palestra della Scienza, promosso da Enti di Ricerca e Aziende del territorio e patrocinato da Comune di Faenza e Regione Emilia Romagna nell'ambito dell'evento “National Science on Stage Festival”, che da aprile a settembre andrà in scena a Faenza con l'obiettivo finale di selezionare gli undici delegati che rappresenteranno l'Italia al “Festival Europeo di Science on Stage”, in programma a Praga nel 2022.
  
 
Mirca di Domenico – Palestra della Scienza,
Simone Bandini – Certimac,
Mirco Cantelli – Curti,
Claudio Mingazzini – Enea Temaf,
Lorenzo Valtieri – Enomondo,
Stefania Albonetti – Università di Bologna associata CNR – ISTEC
 
coordinati da Paolo Magliocco, giornalista per passione e per curiosità, che da oltre 20 anni si occupa di scienza e tecnologia. E' uno degli autori del programma Superquark e ha collaborato con Piero Angela all'ideazione e realizzazione della serie Superquark+, creata per le piattaforme digitali. Per Superquark e Piero Angela cura anche la comunicazione attraverso i principali social network. Collabora con testate giornalistiche e case editrici sui temi della scienza e della tecnologia anche attraverso la realizzazione di video e videointerviste. Dirige un sito di divulgazione scientifica. Realizza progetti multimediali in collaborazione con enti pubblici e privati.

>> Segui l'evento in diretta streaminghttps://www.youtube.com/watch?v=qVFZHuvtrZU

Economia circolare in edilizia: quando il rifiuto diventa risorsa
 
Interviene alla tavola rotonda l'Ing. Simone Bandini di Certimac - esperto di durabilità e sostenibilità dei materiali da costruzione - che da anni studia e si occupa del reimpiego di scarti industriali nel processo edilizio. Un piccolo viaggio attraverso l'economia circolare e l'edilizia sostenibile, in cui verranno presentati esempi e casi di studio.

Le materie prime seconde rappresentano il giusto connubio tra il rispetto/protezione dell'ambiente e l'utilizzo razionale delle risorse. Il loro impiego consente infatti di reinserire nel processo produttivo quelli che altrimenti diventerebbero rifiuti. Opportunamente trattate e caratterizzate, permettono di ottenere molto spesso prodotti simili a quelli realizzati con materie prime vergini, rispettando però l'ambiente ed evitando di consumare risorse preziose e limitate.
 
Il team di ricercatori e specialisti di Certimac da anni studia e testa materiali sostenibili che coniugano i materiali tradizionalmente usati in edilizia a prodotti di scarto (gusci d'uovo, pneumatici, conchiglie, vetro macinato, scorie di fonderia, vetroresina, polverino ceramico, ...). Integrare scarti all'interno dei materiali da costruzione, oltre a ridurre notevolmente l'impatto ambientale e i costi di smaltimento a carico delle aziende, può anche modificarne e migliorarne alcune proprietà fondamentali, quali: leggerezza, duttilità, idrorepellenza..ecc.
 
Quali caratteristiche deve avere uno scarto per poter essere reimpiegato in edilizia?
Qual è il processo che permette di passare da un rifiuto ad una materia prima?
Quali criticità sussistono per l'adozione di modelli di economia circolare in edilizia?
 
L'Ing. Bandini risponderà a queste e molte altre domande nel corso del webinar.